Home > Artisti > GIANNETTI GIANMARIA

GIANNETTI GIANMARIA

OPERE

ANDY GIANNETTI

2011
Tecnica mista su legno
20x30cm

CROCIFIGGIMI

2008
Olio su legno
60x165cm

UNA ROSA PER IL NULLA

Tecnica mista su legno
45x45cm

IO NON CONOSCO YOSHITOMO NARA

Tecnica mista su tela
122x102cm

A CHE ORA E' MORTO LUCIO FONTANA?

2010
Tecnica mista su legno ed illuminazione
54x64cm

ORE 11.59

2013
olio su tela
100x100cm

PERCHE' FA PARTE DELLA MIA VITA ANCHE SE PARLA DI MORTE

2010
Tecnica mista su legno
102x88cm

SONO COSI' STANCO DI GUARDARE QUESTO MONDO

Tecnica mista su tela
100x100cm

DOVE SIETE?

Tecnica mista su carta
40x30cm

PENNELLO

Acrilico su pennello e scatola di legno
50x13cm

E’ lecito prendere sul serio chi, in prima media, per di più il primo giorno di scuola, viene sospeso per aver fatto una capriola in classe?

E’ possibile considerare con la massima attenzione le idee e le intenzioni di chi, con un gesto in apparenza leggero e divertente, in realtà anarchico e insofferente, va a mettere in discussione lo status quo e l’autorità non appena questi cercano di metterlo in riga e di prepararlo per la società?

Beh, non solo la cosa è lecita e possibile, ma è anche doverosa, soprattutto se si pensa a Gianmaria Giannetti e ai suoi lavori, alla voglia dicotomica di un artista di essere parte perfetta del sistema e, insieme, di rinnegarlo e rifiutarlo del tutto, senza alcuna remora e alcun ripensamento.

Attraverso un’apparente semplicità, l’opera di Gianmaria Giannetti contiene tutta la complessità e le difficoltà di interrogare l’origine delle cose, a partire dai titoli dei quadri, che pongono, con un linguaggio semplice, privo di punteggiatura e spazi tra le parole, domande profonde e indagatrici, strizzando l’occhio alla filosofia, sua grande passione.

Un’opera, quella di Giannetti, che riflette la sua personalità: dissacratrice, non convenzionale, curiosa, indagatrice e dinamica, che costruisce schemi per poi romperli, cambiarli, uscirne e crearne di nuovi.

Ad accompagnarci nelle sue tele, insieme alle parole, che del suo lavoro sono la spina dorsale, troviamo personaggi appena abbozzati con un tratto fatto quasi esclusivamente di linee e cerchi, che tanto riporta ai disegni dei bambini. Come a ricordarci che, vista con gli occhi di un bambino, privi di sovrastrutture e costrizioni, la vita, tutto sommato, è meno complicata di quanto sembri.

Gianmaria Giannetti è nato a Milano nel 1974.

Dopo essere stato sospesoil primo giorno di prima media per aver fatto una capriola, proseguirà i suoi studi e conseguirà una Laurea in Filosofia Estetica all’Università degli Studi di Milano.

Attualmente vive e lavora tra Bari e Finale Ligure.

Ha esposto in numerose mostre personali e collettive. Nel 2011 una sua opera è stata esposta alla Biennale di Venezia.